Psicoterapia e Scienze Umane


Incontro con Christopher Christian (New York):

"Punti di convergenza tra teoria del conflitto e intersoggettività
nella psicoanalisi contemporanea"
 

Bologna, 15 febbraio 2015, ore 15.00-18.00

Convento di San Domenico
Piazza San Domenico 13, 40124 Bologna

Tavola rotonda con interventi di
Luigi Antonello Armando, Marianna Bolko, Mauro Fornaro e Paolo Migone
Moderatore: Pier Francesco Galli
Traduzione a cura di Paolo Migone

Vedi il video nel canale YouTube di Psicoterapia e Scienze Umane

Leggi la relazione di Christopher Christian (pp. 1-13)
e gli interventi di Luigi Antonello Armando (pp. 14-19), Marianna Bolko (pp. 20-22),
Mauro Fornaro (pp. 23-25) e Paolo Migone (pp. 26-29)

Questo incontro è gratuito e riservato agli abbonati


Approfittiamo di un viaggio in Italia del collega Christopher Christian, di New York, per discutere con lui di alcuni aspetti teorici e clinici della psicoanalisi contemporanea, e precisamente dei punti di convergenza tra teoria del conflitto moderna e la intersoggettività.

Chris Christian ha collaborato con Charles Brenner (1915-2008), che è stato anche suo supervisore al New York Psychoanalytic Institute, e ha partecipato al Kris Study Group guidato dallo stesso Brenner (la sesta monografia del Kris Study Group, di Brenner e Compton, è stata pubblicata da Boringhieri nel 1981: vedi Fine & Waldhorn, 1975). Brenner, assieme a Jacob Arlow e altri, è stato uno dei principali esponenti della Psicologia dell'Io (si vedano ad esempio alcuni suoi libri pubblicati in italiano: Breve corso di psicoanalisi [1955], Tecnica psicoanalitica e conflitto psichico [1976], La mente in conflitto [1982], La struttura della psiche nella concezione psicoanalitica [con Arlow, 1964], ecc.). Nel confronto con l'emergente movimento di psicoanalisi relazionale e intersoggettiva, Brenner aveva precisato la sua posizione critica che però, alla luce dell'analisi fatta da Christian, oltre a nette divergenze presenta anche alcuni punti di contatto. E' degno di interesse inoltre che nell'ultima fase della sua vita Brenner (1994, 1998, 1999, 2002) aveva proposto di abbandonare i termini del modello strutturale Es, Io e Super-Io in favore di termini quali “individuo”, “persona” o “mente della persona”, dato che ogni comportamento è comunque una soluzione di compromesso per cui non è possibile distinguere nettamente le strutture coinvolte.

E' interessante quindi discutere assieme alcuni aspetti del confronto tra la “moderna teoria del conflitto” (rappresentata da Brenner, Arlow, Abend, Richards, Smith e altri) e la psicoanalisi relazionale e intersoggettiva, che costituisce uno dei temi più vivi nel dibattito psicoanalitico contemporaneo.

Chris Christian si è formato in psicoanalisi al New York Psychoanalytic Institute, dove ha avuto come supervisore Charles Brenner - che assieme a Jacob Arlow e altri è stato uno dei principali esponenti della Psicologia dell'Io - e ha partecipato al Kris Study Group guidato dallo stesso Brenner. Insegna Psicologia clinica alla New School for Social Research di New York, ha curato assieme a Michael J. Diamond il volume The Second Century of Psychoanalysis: Evolving Perspectives in Therapeutic Action (London: Karnac, 2011), e assieme a Morris Eagle e David Wolitzky Conflict and Psychoanalysis: A Critical Reassessment (New York: Routledge, in preparazione). E' nella redazione della rivista Psychoanalytic Psychology, condirettore della New School-Beth Israel Center for Clinical Training and Research e del Norbert Freedman Center for Psychoanalytic Research presso l'Institute for Psychoanalytic Training and Research (IPTAR) di New York. Si è diplomato in Psicologia clinica nel 1996 alla University of Massachusetts Amherst e in psicoanalisi all'IPTAR. Svolge attività clinica a New York.


Alcuni riferimenti bibliografici

Abend S.M. (1989). Countertransference and psychoanalytic technique. Psychoanalytic Quarterly, 58: 374-395.

Arlow J.A. & Brenner C. (1964). Psychoanalytic Concepts and the Structural Theory. New York: International Universities Press (trad. it.: La struttura della psiche nella concezione psicoanalitica. Torino: Boringhieri, 1978).

Brenner C. (1955). An Elementary Textbook of Psychoanalysis (2nd edition.: 1974). New York: International Universities Press (trad. it.: Breve corso di psicoanalisi. Firenze: Martinelli, 1967).

Brenner C. (1976). Psychoanalytic Technique and Psychic Conflict. New York: International Universities Press (trad. it.: Tecnica psicoanalitica e conflitto psichico. Firenze: Martinelli, 1978).

Brenner C. (1982). The Mind in Conflict. New York: International Universities Press (trad. it.: La mente in conflitto. Firenze: Martinelli, 1985).

Brenner C. (1985). Countertransference as compromise formation. Psychoanalytic Quarterly, 54: 155-163.

Brenner C. (1994). The mind as conflict and compromise formation. Journal of Clinical Psychoanalysis, 3, 4: 473-488.

Brenner C. (1998). Beyond the ego and the id revisited. Journal of Clinical Psychoanalysis, 7: 165-180.

Brenner C. (1999). Charles Brenner on compromise formation. Journal of the American Psychoanalytic Association, 47, 3: 875-876.

Brenner C. (2002). Conflict, compromise formation, and structural theory. Psychoanalytic Quarterly, 71, 3: 397-417.

Brenner C. (2006). Psychoanalysis or Mind and Meaning. New York: Psychoanalytic Quarterly.

Fine B.D. & Waldhorn E.F., editors (1975). Alterations in Defenses during Psychoanalysis. Aspects of Psychoanalytic Intervention (Monograph VI of the Kris Study Group). New York: International Universities Press (trad. it.: Brenner C. & Compton A., Difese e intervento psicoanalitico. Torino: Boringhieri, 1981).

Richards A.D. (1999). Review essay: Irwin Hoffman, Ritual and Spontaneity in the Psychoanalytic Process: A Dialectical Constructivist Point of ViewPsychoanalytic Psychology, 16: 288-302.

Smith H.F. (1999). Subjectivity and objectivity in analytic listening. Journal of the American Psychoanalytic Association, 47, 2: 465-484.


Coloro che volessero essere avvisati di eventuali iniziative future organizzate da Psicoterapia e Scienze Umane sono invitati a comunicare il loro indirizzo di posta elettronica inviando una E-Mail a <migone@unipr.it


Torna alla a home page di Psicoterapia e Scienze Umane

Web Editor: Paolo Migone